Presentazione

La Teca Digitale contiene informazioni e immagini del patrimonio della Civica Biblioteca Guarneriana, una delle più antiche biblioteche pubbliche d’Italia, nata per volere di Guarnerio d’Artegna che, il 10 ottobre 1466, alla sua morte lasciò alla Magnifica Comunità di San Daniele del Friuli i 173 manoscritti che aveva raccolto durante la sua vita, con il vincolo che “…se alcuno volesse sopra detti libri legere o studiare et al Consilio et Comunità piacesse, possa sopra detti libri e nell’istessa libraria e non altrove legere et studiare…”.

La libraria che Guarnerio d’Artegna lasciò alla Comunità di San Daniele, è stata definita da Emanuele Casamassima, noto paleografo e direttore della Biblioteca Nazionale di Firenze, “uno dei fondi più coerenti dell'Umanesimo italiano” per la presenza di un’antologia significativa della letteratura classica ed umanistica, che da cinque secoli e mezzo tramanda importanti testimonianze della civiltà occidentale.

La Teca è uno strumento in continua evoluzione, realizzato in occasione delle celebrazioni per i 550 anni della biblioteca, con l’intento di consentire, a chiunque lo desideri, di entrare nell’affascinante mondo dei manoscritti e delle preziosità librarie della Guarneriana.